Quest’anno le nostre sono state super vacanze, prima al mare in Calabria e poi in Trentino.

Da quest’ultima vacanza siamo rientrati da una settimana e siamo stati benissimo, tanta natura, tanta bella compagnia, giornate per lo più belle (anche se abbiamo preso qualche pioggia, ma kway muniti non ci siamo fatti spaventare) e tanto noi 4.

Il Trentino ed in particolare la Val di fassa, è un posto favoloso, vista mozzafiato sulle dolomiti, tanto bel verde e tante attività da fare anche con i bambini.

Vacanze estive in Trentino

In queste due settimane ho visto le mie bimbe crescere, fare un grande passo in avanti, Beatrice nel parlare, ora dice tantissime parole e ripete tutto, Giorgia invece sta diventando sempre più grande in tutto ciò che fa.

Siamo partiti consapevoli del fatto che avremmo fatto delle escursioni anche impegnative e con la paura che Giorgia (quasi 3 anni e mezzo) non camminasse, i primi due-tre giorni l’abbiamo studiata e assecondata, invogliata dagli altri bambini camminava insieme a loro allegramente poi presa dalla stanchezza iniziava a lagnare fino a voler venire in braccio, così un pò camminava e un pò veniva in braccio, il terzo giorno abbiamo fatto una passeggiata molto semplice lungo il torrente Avisio in Val di fassa, da pozza di fassa a campitello e nel momento della stanchezza e anche della noia ha iniziato a piangere lamentandosi che voleva venire in braccio, ho cosi deciso che non l’avrei presa poichè altrimenti ci avrebbe fatto così tutti i giorni, l’ho fatta piangere mentre camminava mano nella mano con me (poveri i miei timpani…), da quel giorno ha sempre camminato da sola ovviamente fermandosi quando era stanca e mettendosi sui “piedi-sedia papà”.

Vacanze estive in Trentino
Veduta dall’Alpe Lusia

I giorni successivi è andata sempre meglio, fino all’ultima escursione che abbiamo fatto per raggiungere il rifugio micheluzzi nella val duron, tutta in salita com la prima parte ripidissima e lei l’ha fatta tutta senza lamentarsi o piangere….noi siamo stati super orgogliosi di lei e di come abbiamo agito i primi giorni per instradarla a camminare.

In queste due settimane abbiamo rigenerato i nostri occhi con paesaggi da lasciarti senza fiato, che abbiamo cercato di fotografare nella nostra mente, godendo della pace della natura, camminando scalzi sull’erba fresca o bagnando i piedi nei gelidissimi torrenti o cascate che abbiamo incontrato.

Vacanze estive in Trentino
Val Venegia

Abbiamo affrontato escursioni più semplici e altre meno semplici, con la stanchezza della salita e in alcuni casi anche della discesa, a volte con la pioggia, ma l’obiettivo principale era arrivare in vetta e riposarsi ammirando un paesaggio considerato patrimonio dell’unesco.

Vacanze estive in Trentino
Val Duron

Per Giorgia e il suo papà c’è stata anche una giornata in campeggio tutta dedicata a loro, hanno dormito una notte in tenda (la prima volta che ha dormito sola con il papà) immersi nella natura insieme ad altri amici, lei così piccola si è integrata perfettamente con gli altri ed è stata benissimo insieme al suo papà. Hanno mangiato e cantato intorno al fuoco, si sono addormentati uno vicino all’altro nella tenda e risvegliati insieme alle prime luci del giorno.

Ora siamo pronti ad iniziare un nuovo anno, la ripresa del lavoro, l’inizio del nido per Beatrice e della materna per Giorgia, sognando il nostro prossimo viaggio!

Vi lascio alcune foto della nostra vacanza:

Vacanze estive in Trentino
Val Venegia
Vacanze estive in Trentino
Sculture di legno in Val San Nicolò

Vacanze estive in Trentino

Vacanze estive in Trentino
Val San Nicolò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.