Piccola Beatrice,

sono settimane che sto pensando a cosa scriverti, perchè sono tante le cose che vorrei dirti e che vorrei ti rimanessero per sempre nel cuore, quando da grande leggerai questa lettera.

Un anno fa hai fatto capolino nella nostra vita, appena ti abbiamo cercata sei arrivata, in punta di piedi, e da quel 20 Maggio 2013 con davanti il test di gravidanza positivo, la nostra vita è cambiata, ci eravamo da poco assestati alla nuova vita a 3 e da li a poco saremmo diventati 4.

Ero felice si, ma perdonami se tutto il primo giorno ho pianto, un pianto misto tra la gioia e la preoccupazione che avrei tolto qualcosa a tua sorella, che lo scorso anno aveva solo 13 mesi.

Perdonami se per tutti i 9 mesi, non ho oziato tra divano e letto super coccolata, ma avevo da stare dietro a tua sorella che con il passare dei mesi è diventata un terremoto.

I primi cinque mesi di gravidanza sono stati perfetti, poi ci hai fatto preoccupare quando ci hanno detto che il cordone aveva un’arteria unica, ricordo i primi giorni ho pianto e pregato tanto che tu fossi sana, ci hanno rassicurato in tutti i modi, ci siamo tranquillizzati, ma sapevamo che fino al parto (come in tutte le gravidanze) la certezza non te la da nessuno!

A quasi 39 settimane poi ci hai fatto preoccupare ancora di più, ci hanno ricoverate per monitoraggio iporeattivo, te ne stavi lì nella pancia troppo buona, con tuo papà non capivamo bene cosa volesse significare ma la paura che tu non fossi sana, perdonaci, è tornata a galla….poi finalmente sei nata, con un parto che ricorderò sempre come meraviglioso, rispetto al primo e ovviamente per quanto possa essere meraviglioso un parto, e tutte le nostre paure sono svanite, c’eri solo tu così dolce e buona a riempire il nostro cuore di un nuovo amore!

Ti chiedo scusa piccola mia per tutte le volte in cui ti ho lasciata piangere sul dondolo perchè tua sorella mi reclamava e voleva stare in braccio, per tutte le volte in cui dopo la poppata non ti cambio il pannolino ma lo faccio solo quando lo sento strapieno di pipì, per tutte le volte in cui magari ti lamenti un pò e ti chiedo di stare buona perchè ho da fare, per tutte le volte in cui abbiamo fatto il confronto con tua sorella ma TU sei diversa da lei e per questo unica e speciale!

Hai solo 4 mesi ma sei una bambina tanto sorridente, non aspetti altro che qualcuno ti parli per sfoggiare il tuo bellissimo sorriso, prima con gli occhi e poi con la bocca, ti auguro di mantenerlo per tutta la vita, perchè chi sorride vive la vita in maniera diversa!

Passerei ore a guardarti mentre ammiri tua sorella, la osservi con occhi attenti e pieni d’amore e mi auguro dal profondo del cuore che lei sia per te, per sempre, un punto di riferimento importante!

image

Ti ringrazio per avermi reso mamma per la seconda volta e per aver riempito il mio cuore di un amore più grande, come lo chiamo io di un amore al quadrato!

Con tutto l’amore che ho,

mamma.

9 commenti il Lettera alla seconda figlia

  1. Le tue parole mi hanno emozionata, davvero. Soprattutto ti ho capita dal profondo del cuore quando ho letto dell’unica arteria del cordone, della tua paura che non fosse sana…per fortuna invece eccola lì, gioiosa, bellissima, vivace…quanto è bello essere mamme bis? Faticoso, talvolta sfinente (anch’io lascio il mio piccolo sulla sdraietta…cosa posso fare!?!? non ho il dono dell’ubiquità!), ma sapere che i nostri bimbi cresceranno assieme e saranno migliori amici, rende il compito più facile. vero??

    • Verissimo! La fatica è ripagata da tanto amore e gioia che ti danno e dal sapere che “da grandi” saranno migliori amiche!! Essere mamma bis é meraviglioso!!! Grazie!!!

  2. ….a parte che (credo di avertelo già detto) ADORO il fatto che tua figlia si chiami come me <3 ma poi tanta stima per aver superato una gravidanza (anche con qualche difficoltà) con una piccola di 13 mesi! il mio ha 14 mesi adesso ed è una furia! Non oso pensare a che fatica sarebbe ora affrontare una gravidanza. Ma forse lo farei comunque per tanti motivi…già mi mancano i suoi calcetti nella pancia, i suoi versetti…comunque tutte le amiche mamme mi dicono che i secondi figli soffrono un po' di una mancanza di attenzioni rispetto ai primi ma dicono anche che, proprio per questo, diventano sempre più autonomi e "scaltri"!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.