Giorgia (la grande) non hai mai, e sottolineo mai (quindi parliamo di ormai 3 anni), avuto un sonno tranquillo e tutto di fila, forse le volte che avrà dormito tutta la notte si possono contare su un palmo di mano.

Sin da piccina si è sempre svegliata numerose volte, in preda alle colichette, perché voleva mangiare poi perché voleva l’acqua, poi per passare nel lettone.

Cosleeping
Fonte: decease.in

Prima che nascesse Beatrice, le avevo dato l’abitudine di addormentarsi nel suo lettino con me vicino che l’accarezzavo e cantavo una ninna nanna, ma ovviamente si è sempre continuata a svegliare durante la notte, ma il più delle volte riuscivo a calmarla e a farla riaddormentare nel suo lettino, questo idillio è durato 5 mesi, poi con la nascita della sorellina, un po’ per gelosia un po’ per mia stanchezza e comodità, ho ripreso a farla addormentare nel lettone vicino a me e da qui il “tracollo”, fino a pochi mesi fa, dopo che si era addormentata la portavo nel suo lettino, e puntualmente verso le 2 si svegliava e non riuscendo più a calmarla ho iniziato a passarla nel lettone (mentre la sorellina dormiva nella culla tutta la notte).

A Novembre dopo che è stata male con febbre alta a causa della VI malattia, c’è stato un peggioramento, infatti se una volta addormentata vicino a me provo a tirarla su per portarla nella sua camera, o si sveglia all’istante o appena poggia la testa sul cuscino, ed inizia a piangere e dirmi che vuole venire di là, non c’è verso di calmarla e per paura che svegli la sorellina la riporto nel lettone.

Ho pensato di acquistare un letto da grande ma prima di sprecare soldi mi sono fatta prestare un letto pieghevole dai suoceri, le ho messo le lenzuola dei sette nani che lei tanto ama, ma niente non c’è verso di starci, non vuole nemmeno che mi metto in questo letto vicino a lei, vuole il lettone e dice “vicino a mamma”!!!

Io non sono mai stata una fautrice del cosleeping, sono dell’idea che ognuno debba avere il proprio letto e che la mamma e il papà debbano dormire insieme da soli per poter scambiare prima di dormire due chiacchiere o vedere un film insieme abbracciati, ma a questo punto “mi arrendo” al cosleeping forzato sperando che prima o poi si calmi e decida da sola che è il momento di fare un passo da grande (da noi tanto atteso!).

Il cosleeping è un termine inglese per definire il sonno condiviso, una “pratica” utilizzata fin dai tempi antichi; studi recenti hanno dimostrato che dormire nel lettone con mamma e papà non causa nel bambino un disagio familiare, relazionale, di sviluppo e sociale anzi, far dormire il bimbo nel lettone fino ai 5 anni con molta probabilità lo aiuterà ad essere un adulto calmo, sano ed emotivamente equilibrato (fino a 5 anni no però!!!!)

Cosleeping
Fonte: trefigli.style.it

Mentre non esistono studi che dimostrano che lasciar piangere i bambini faccia loro bene!

Molti genitori, noi in primis, sono convinti che il sonno del bambino debba essere regolare e se così non è si pensa che il bimbo abbia dei problemi con il sonno o problemi emotivi, ma il sonno dei bimbi impiega tempo per regolarizzarsi e questo tempo non è mai uguale da bambino a bambino, quindi è inutile fare riferimento ad altri bambini, esperienze di amiche o standard statistici.

La ricerca di spazio nel lettone, di coccole prima di dormire, di contatto nel sonno, sono richieste emotive, che vanno a fasi, che i bambini non pongono a caso, e sono necessarie a favorire lo sviluppo dell’autonomia.

Alcuni esperti sostengono che tra i 5 e i 10 anni tutti i bambini imparano a dormire da soli (spero di non arrivare ai 5 anni figuriamoci ai 10….)

All’inizio mi sono arrabbiata, la sgridavo, la lasciavo piangere, ma sortivo l’effetto contrario, ora ho capito che la sua è una richiesta che molto probabilmente dipende da alcuni fattori (la novità della nascita della sorellina, la novità dell’asilo, il distacco dal ciuccio) e come tale va assecondata, anche perché non c’è alternativa!!!

Ora sono consapevole che il distacco deve avvenire senza fretta, rifiuti ed imposizioni, e tutto verrà da se, quindi anche noi contrari al “dormire insieme” ci siamo arresi al cosleeping “forzato”, sperando che finisca presto.

Qual è la vostra esperienza? I vostri bimbi dormono con voi nel lettone o da soli? Mi farebbe piacere se lasciaste le vostre esperienze in fatto di nanna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.