Categoria: My Family Life

la nostra vita insieme

In piscina sin da piccola…

Ho sempre pensato che se un giorno avessi avuto un figlio mi sarebbe piaciuto portarlo sin da piccolo in piscina, perché io adoro l’acqua e nuotare!

Per fortuna mio marito è stato d’accordissimo con me, così prima dell’estate ci siamo documenti sul web sui corsi di acquaticità per neonati, più precisamente definita idrochinesiologia cioè movimento in acqua, e ci siamo informati presso alcune piscine della zona, ma tutte ci hanno detto che prima dei 6 mesi di vita non era possibile iscriverla (anche se teoricamente i bambini posso entrare in acqua pochi giorni dopo la nascita o comunque verso i 2-3 mesi), così abbiamo fatto passare le vacanze e a settembre ci siamo iscritti (muniti di certificato di idoneità rilasciato dalla pediatra).

Per il neonato il contatto con l’acqua rappresenta un’esperienza di gioco e libertà, un ricordo dell’utero materno in cui per 9 mesi è stato immerso “nell’acqua”, quindi entrare in acqua sin da piccolissimo è come “tornare indietro” in una sorta di regressione tranquillizzante che lo mette in sintonia con il genitore che lo accompagna.

Molto importante è l’ambiente in cui il corso viene svolto, infatti la piscina dovrebbe:

-avere una vasca piccola e raccolta possibilmente dedicata solo ai più piccoli, in modo che non vengano disturbati da altri rumori;

-la temperatura dell’acqua deve essere intorno ai 32-34°C;

-l’impianto di depurazione dovrebbe essere a veloce riciclo consentendo di abbassare il livello di cloro nell’acqua così da evitare l’arrossamento degli occhi dei bambini;

-la temperatura dello spogliatoio dovrebbe essere la stessa che c’è nella zona della vasca.

La prima volta che siamo entrate in vasca, ero più agitata io di lei, che si è mostrata da subito abbastanza tranquilla; è più di un mese che frequentiamo il corso e per lei ora l’acqua è un elemento familiare, le piace tanto utilizzare una mini ciambella (di quelle senza mutandina integrata) con la quale si tiene a galla da sola mordicchiano qualche giochino di plastica che viene messo nell’acqua.

E’ davvero uno spettacolo vederla così tranquilla…..

Vi metto qualche foto:

Il giorno più bello

In una freddina e soleggiata mattina di Marzo sei venuta al mondo, dopo tanta attesa e  tanti sogni, finalmente alle 11.35 del 13 Marzo ti abbiamo finalmente conosciuto…..eri a dir poco bellissima e tenerissima con quelle due “guanciotte” grandi e morbidose!!!

Da quel giorno magnifico la nostra vita è cambiata profondamente, da quel giorno magnifico ci sei tu a intrattenere ogni nostro momento…

L’amore che si prova per un figlio è un amore allo stato puro, un amore infinito, che prima non immaginavo assolutamente di poter provare….e più passano i mesi più questo amore cresce…con lei e per lei!!!