Cos’è il bonus vacanza? Come si può richiedere? Come e dove posso utilizzarlo?

Il bonus vacanza è una misura attuata dal Governo con il Decreto Rilancio per incentivare gli italiani ad andare in vacanza in Italia supportando il settore del turismo, duramente colpito durante il lockdown.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste.

Il bonus vacanza può essere richiesto da tutte le famiglie che abbiano un ISEE fino a 40mila euro.

L’ISEE si può richiedere direttamente sul sito INPS inserendo alcuni semplici dati che ti aiuteranno a richiedere un ISEE precompilato.

Io solitamente lo faccio per pagare la mensa della scuola pubblica delle mie bambine.

Il Bonus Vacanze si può richiedere a partire dal 1 luglio tramite l’app IO, scaricabile sullo smartphone.

Per accedere all’app bisogna avere una identità digitale tramite SPID (io ho da circa 2 anni lo spid PosteID).

L’importo del Bonus varia se si è single, in coppia o nuclei familiari con figli:

  • 150 euro per nuclei composti da una sola persona
  • 300 euro per nuclei composti da due persone
  • 500 euro per nuclei familiari con figli.

Il Bonus puo essere richiesto da un solo componente il nucleo familiare e puo essere usufruito una sola volta, anche da un soggetto dello stesso nucleo diverso dal richiedente, purchè la fattura o ricevuta sia intestata al soggetto che ha fruito del bonus.

Bonus vacanza
Il Bonus può essere utilizzato dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 per acquistare soggiorni di almeno 3 notti nelle strutture ricettive del territorio italiano, e può essere utilizzato solo in una struttura alberghiera in un’unica soluzione (eventuali importi residui non utilizzati verranno persi).

La prenotazione presso la struttura deve essere effettuata direttamente, senza l’ausilio di intermediari o agenzie.

Per struttura alberghiera si intendono hotel, villaggi, residence, agriturismi.

Il Bonus prevede uno sconto ed un tax credit sul costo della vacanza, si utilizza per l’80% come sconto immediato sul costo, e per il restante 20% come detrazione in dichiarazione dei redditi per il periodo d’imposta 2020 (quindi, nel 730 o nel modello Redditi del 2021).

In questi giorni si legge che molte strutture non accettano il bonus, però ce ne sono altrettante che lo accettano.

Per conoscere quali strutture aderiscono e quindi accettano il Bonus, Federalberghi ha creato un portale Bonusvacanze.ItalyHotels.it dove si trova un primo elenco di oltre 1.000 strutture turistico ricettive italiane.

Oppure puoi fare come ho fatto io, scrivendo una mail direttamente alla struttura desiderata per avere conferma circa la possibilità di poter utilizzare il Bonus.

Noi lo abbiamo richiesto e abbiamo subito prenotato la nostra vacanza, così potremmo farci ad agosto una tanto meritata vacanza risparmiando un pò e contribuendo a far riprendere l’economia italiana.

Bonus vacanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.