Il 1° gennaio 2017 sono entrate in vigore le nuove norme sulla sicurezza dei bambini in auto, che andranno ad integrare l’art. 172 del Codice della Strada.

La nuova normativa riguarda l’uso di seggiolini e sistemi di ritenuta per bambini di altezza inferiore al metro e mezzo.

L’obiettivo è quello di aumentare la sicurezza dei bambini  quando si viaggia in auto.

Vediamo insieme cosa cambia.

Seggiolini auto tutte le novità dal 2017

 

Importanti cambiamenti per il booster con la normativa R44/04

E’ diventato obbligatorio l’uso dei seggiolini auto dotato di schienale per i bambini fino a 125 cm di altezza, per permettere di posizionare meglio la cintura di sicurezza su spalle e torace del bambino.

I rialzi senza schienale sono consentiti solo per i bambini sopra i 125 cm.

I modelli in commercio di rialzi senza schienale per i bambini sotto i 125 cm di altezza e precedenti a questo aggiornamento, resteranno comunque in vendita e potranno essere ancora usati per un periodo di tempo ancora da definire.

Dall’estate in vigore la seconda fase della normativa R129/02

Nella sua prima fase “i-Size”, la R129 aveva introdotto l’obbligatorietà del sistema Isofix per i seggiolini auto fino ai 105 cm di altezza del bambino.

Nella seconda fase la normativa riguarderà invece i seggiolini auto per i bambini dai 100 cm di altezza in su.

Il sistema Isofix non sarà più obbligatorio come nella prima fase, i genitori potranno scegliere quindi se installare il seggiolino auto con gli agganci Isofix (più le cinture di sicurezza) oppure solo con le cinture di sicurezza del veicolo. (Riguarda i seggiolini auto per i bambini da 100 cm a 150 cm).

Multe più salate per i trasgressori

Con la nuova normativa si pagheranno anche multe più salate – da 80 a 323 euro – se il bambino in auto non è sul seggiolino.

In caso di recidiva, dopo due multe nell’arco di due anni verrà sospesa la patente per un periodo tra 15 giorni e 2 mesi.

 

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *