In occasione dell’ultima visita di controllo, la pediatra mi ha dato il via libera allo svezzamento di Beatrice, avendo compiuto 5 mesi.

Questa volta a differenza di 2 anni fa con Giorgia, non mi ha dato alcun piano da seguire  ma solo delle indicazioni generali sulla prima pappa, accennandomi qualcosa sull’autosvezzamento.

Io sinceramente essendomi trovata bene con Giorgia, e avendo conservato tutti i fogli sulle indicazioni mese per mese che mi aveva dato, ho deciso che seguirò lo stesso programma alimentare, magari senza essere troppo rigida come ho fatto con la prima, che non volevo assolutamente le si facessero assaggiare minuscoli e quasi inesistenti pezzetti di cibi non introdotti precedentemente.

Proprio per mia natura, un po’ pignola e programmatrice, preferisco avere delle indicazioni da seguire piuttosto che fare autosvezzamento e impazzirmi sul cibo da darle!

Così martedi 17 giugno abbiamo iniziato lo svezzamento vero e proprio, con la prima pappa a pranzo.

Ho preparato un bel brodo vegetale, mettendo in un tegame 1,5 lt di acqua e aggiungendo 1 carota, 1 zucchina, 1 patata e alcune foglie di bieta (o lattuga), e ho fatto cuocere a fuoco lento per 1 h.

PicMonkey Collage1

Nel frattempo ho cotto a vapore con il Cuoci Pappa Easy Meal della Chicco 40 gr di tacchino (che mi sono fatta preparare dal macellaio di fiducia in monoporzioni che ho messo in congelatore) per circa 20 min; poi con l’acqua di cottura ho omogenizzato la carne per 30 secondi.

PicMonkey Collage2

In un piatto di ceramica, non amo usare quelli di plastica fatti a posta per i bimbi perché mi hanno detto che con liquidi molto caldi rilasciano delle sostanze nocive, ho messo 2 cucchiai di crema di riso, l’omogenizzato di carne e il brodo vegetale quanto basta per rendere la pappa non troppo solida e non troppo liquida, poi ho aggiunto 1 cucchiaino di olio evo e 1 cucchiaino di parmigiano reggiano.

PicMonkey Collage3

La quantità di brodo che preparo la utilizzo per due pappe (quindi due giorni, conservandolo in frigo) e ne avanza parecchio, ma preferisco averne di più piuttosto che rischiare di rimanere senza nel momento in cui le sto per dare da mangiare.

Come crema di riso o in alternativa crema di mais e tapioca (per chi soffrisse di stitichezza) utilizzo quelle biologiche della Hipp, ma qualche giorno fa ero all’Eurospin ed ho voluto provare quella loro, della marca Prime Pappe sempre biologiche che vengono prodotte in Austria.

Per i primi 15 gg la pappa la preparo solo con il brodo e niente verdure omogenizzate, che introdurremo quando saremo al mare in vacanza.

Ma veniamo al momento clou, ho messo Beatrice nel seggiolone con un bavaglino gigante di plastica

IMG_2920

Ed ho iniziato a darle la pappa, fino a metà piatto tutto bene, mangiava con piacere facendomi ogni tanto i suoi sorrisoni, poi ha iniziato a stranirsi piangendo un po’, così ho provato a distrarla con canzoni e giochini e alla fine ha mangiato quasi tutto.

Il secondo giorno è andata meglio, se l’è divorata tutta.

L’unica cosa che ho notato da quando abbiamo iniziato la pappa è che fa molta aria e alcune volte piange contorcendo le gambe, credo che il suo stomaco si debba abituare a questo nuovo cibo.

Le carni che si possono introdurre a 5 mesi sono quelle bianche come tacchino, coniglio e agnello; così per 5 gg le darò il tacchino, per poi passare al coniglio (di cui ho sempre fatto scorta) e poi all’agnello (di cui però utilizzerò i vasetti perchè ora non è il periodo).

Ci tengo a precisare che questa è la mia esperienza in base alle indicazioni ricevute della pediatra e che ognuna di voi deve seguire ciò che le consiglia il pediatra di fiducia.

La vostra esperienza con la primissima pappa com’è stata? Volete raccontarmela?

Potete farlo qui nei commenti oppure con una foto su Twitter o Instagram con l’hastag #happypappe.

P.s. Fatemi sapere se vi può interessare avere il pdf del piano alimentare che sto seguendo!

3 commenti il La prima pappa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.