Categoria: Quotidianetà

la nostra vita insieme

Masha e Orso sempre con noi in TV

Se avete figli è impossibile che non conosciate il cartone russo Masha e Orso, una simpatica e pasticciona bambina amica per la pelle con Orso, un orso bruno molto dolce che si prende cura di lei, la rimprovera e la mette in castigo ogni volta che combina guai.

Abbiamo iniziato a vederlo quando Giorgia era piccola, ed ora anche Beatrice ne va pazza, mentre guarda l’episodio la sorprendo ridere ai pasticci che combina Masha al povero Orso.

All’inizio con mio marito avevamo paura fosse poco istruttivo, avevamo paura che Giorgia potesse prendere spunto da lei per combinare guai, ma poi ci ha conquistato tutti!

image

(altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Rapporto tra sorelle: amore-odio

Rapporto tra sorelle

Le mie bimbe hanno 22 mesi di differenza e da quando Beatrice cammina hanno iniziato a interagire sempre di più, iniziandosi a delineare i loro ruoli nel rapporto a due.

Giorgia, la più grande, è ovviamente la più prepotente, appena vede un gioco in mano alla sorella glielo vuole togliere e così si assiste a delle scenette davvero comiche, la piccola che scappa in ogni angolo della casa e lei che la insegue.

Beatrice invece è quella che subisce (io credo però sia una cosa temporanea) e viene da me piangendo disperata se la sorella le ha fatto un torto, ma è anche quella che si difende se Giorgia le vuole togliere un gioco, stringendolo forte e dicendo “no è mio!”.

Rapporto tra sorelle

(altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Shopping per il back to school

Dalla scorsa settimana siamo alle prese con l’inserimento al nido di Beatrice, che si prevede molto lungo, e da ieri con Giorgia, che per il momento è tutta felice e entusiasta di questa nuova avventura.

Come ogni anno al rientro dalle vacanze inizio a pensare all’abbigliamento autunno/inverno per le mie bimbe che sia comodo e pratico per la stagione fredda e piovosa e sopratutto per la scuola.
Sono diversi anni che mi sto affidando al marchio Kiabi, sia perché abbiamo due negozi vicino casa sia perché mi piace acquistare online e con Kiabi è divertente e semplice, e se poi non sei soddisfatto degli acquisti puoi sempre cambiarli in negozio con altri o reatituirli ed ottenere il rimborso.

Così anche quest’anno ad inizio settembre ho fatto un giro sul loro e-shopping e ho acquistato dei capi per le mie bimbe ideali per l’asilo: t-shirt di cotone, leggins, tute e completi, pratici e comodi!
Avendo già provato i loro prodotti vi posso dire che mi trovo benissimo, tessuti buoni e resistenti e ottimo rapporto qualità-prezzo.
I capi di abbigliamento Kiabi piacciono tantissimo anche ai bambini perché sono alla moda e raffigurano i loro personaggi preferiti (Frozen, violetta, Minnie, avengers, Superman).
In questo periodo Kiabi ha lanciato la campagna Back To School e noi non potevamo perdercela, per Giorgia, ho trovato dei completi carinissimi a meno di 20€, mentre per i più piccoli come Beatrice anche a meno di 15€.

image012unnamed (1)unnamed (2)Per il back to school Kiabi ha pensato a tutto, dai grembiuli, agli astucci, agli zaini e infatti noi abbiamo preso per Giorgia quello di Frozen. Acquistando due grembiuli si riceverà un ingresso omaggio per MondoParchi, per premiare anche i bimbi dalle fatiche della scuola.

Shopping per il back to school
Inoltre, per i primi freddi Kiabi ha realizzato dei bellissimi piumini double-face da cambiare in base al proprio umore.

image015

Kiabi per me è sinonimo di qualità, prezzi convenienti e prodotti alla moda, insomma tutto ciò che fa contente noi mamme e i nostri bimbi perché #kiabicoloralascuola.



Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

La scelta del grembiule giusto

Tutto pronto per il primo giorno di scuola materna di Giorgia, emozione a mille perché la mia piccola sta crescendo ma anche un pó di preoccupazione perché non so come potrà reagire a questa nuova avventura…lei così abitudinaria, si troverà a dover ristabilire il suo equilibrio in una nuova realtà ed io sono pronta ad aiutarla.

Per il grande giorno è tutto pronto, la sacchetta con dentro il bicchiere, la tovaglietta e il bavaglino

La scelta del grembiule giusto

E lo zainetto, rigorosamente di Frozen, con un cambio completo di indumenti.

La scelta del grembiule giusto (altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Anch’io vado a scuola

I prossimi giorni per la nostra famiglia saranno giornate molto impegnative ed emozionanti, ci sarà l’inserimento a scuola di Giorgia e Beatrice, ovviamente in due asili diversi, Beatrice al nido dove andava la sorella lo scorso anno e Giorgia alla materna.

Iniziamo con Beatrice lunedì 7, già conosce l’ambiente e le maestre ma credo che essere la protagonista sarà diverso, si troverà in un ambiente “nuovo” rispetto alla casa dei nonni e con bambini che non conosce, in questo percorso i primi giorni l’accompagnerò io, cercando di rassicurarla trasmettendole tranquillità e serenità.
L’inserimento sarà graduale per non creare troppo stress nel bambino, inizieremo con una oretta in mia compagnia per poi a piccoli passi lasciarla sola, fino a mangiare a scuola e poi nel giro di tre settimane anche a dormire.

Così anche la piccola di casa sta crescendo, avrei potuto lasciarla a casa ancora un po’ ma lei è molto sveglia rispetto alla sua età e credo sia pronta a rapportarsi anche con altri bambini a giocare e imparare cose nuove.

Il 15 invece sarà la volta di Giorgia, scuola nuova, maestre e compagni nuovi, vi confesso che sono un po’ preoccupata perché lei alle novità non reagisce sempre bene, anzi con un po’ di paura e ancora più attaccamento a me.
L’inserimento qui sarà sempre graduale ma riservato solo al bambino, credo che il primo giorno noi genitori li accompagneremo, staremo un po’ con loro ma poco dopo dovremmo andare via, mi preparo già mentalmente a sentire pianti disperati.
Anche questo fa parte della crescita ed io con una stretta al cuore sarò lì pronta a rassicurarla.

Giorgia ha bisogno di tempo per abituarsi alle novità così già da questa estate la sto preparando al nuovo inizio, grazie ad un libro che stiamo leggendo intitolato Anch’io vado a scuola! I primi giorni con mamma e papà edito da Kite Edizioni.

Anch'io vado a scuola

(altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Come proteggere la pelle dal sole

Sappiamo tutti che il sole è nocivo per la nostra pelle e d’estate è d’obbligo proteggerla adeguatamente, ancor di più se si tratta della pelle dei bambini che essendo ancora in fase di sviluppo (è più sottile e dotata di un sistema di pigmentazione meno sviluppato) è più soggetta alle aggressioni solari.

Protezione dal sole dei bambini

Come proteggere la pelle dal sole

Proteggere i propri bambini dal sole significa educarli all’esposizione solare, in modo che ne facciano tesoro e quando saranno adulti sapranno come comportarsi:

(altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Mamme lavoratrici vs Mamme casalinghe

Quando ero piccola la maggior parte delle mamme erano casalinghe, si occupavano dei figli e della casa, mi ricordo che tutte le mattine mamma mi accompagnava a scuola e poi si fermava a parlare con le amiche, e qualche volta ci scappava anche la colazione insieme, e poi tornava ai suoi lavori di casa, prima che tornassi da scuola.

Erano poche le mamme che lavoravano, e che lasciavano i figli ai nonni.

Quando ero piccola si viveva bene con un solo stipendio.

Quando ero piccola i genitori ci accompagnavano a fare sport o alle feste degli amichetti.

Io lavoro full time (8.30-17) e so che tutte queste cose non potrà farle insieme alle mie figlie.

Al giorno d’oggi in una famiglia due lavori sono essenziali.

(altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Prime parole

Quando un bambino inizia a dire le prime paroline, che si discostano dalla semplice lallazione (ma-ma, pa-pa) è una grande emozione per i genitori, un chiaro segno che il bimbo sta crescendo e sta diventando sempre più autonomo, anche nel linguaggio.
Ovviamente non tutti i bambini iniziano a parlare nello stesso periodo, come ogni cosa, essendo un individuo e come tale unico, ognuno avrà i suoi tempi e modi.

La lallazione

La lallazione è fondamentale per aprire la porta al linguaggio vero e proprio, che si sviluppa generalmente tra i 13 e i 18 mesi ed è influenzato molto dall’ambiente sociale in cui si trova a vivere il bimbo.

Più il piccolo è immerso in un ambiente parlante, fatto di parole, discorsi, frasi, più velocemente si formerà lo schema linguistico nel suo cervello e piano piano sarà in grado di esprimersi a parole.

Le prime parole

Nella maggior parte dei casi la prima parole che il bimbo dice è mamma rivolgendosi a lei, perché impara presto che la mamma risponderà sempre al richiamo.
Le altre parole che dirà poi hanno a che fare con esigenze primarie: pappa, nanna, ciuccio.
Il bambino inizierà a comprendere che gli oggetti hanno un nome e che possono essere chiamati con quel nome.

Prime parole
Fonte: mammeebambimo.pianetadonna.it

(altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

Come cambia l’amore con i figli

Qualche giorno fa eravamo con le bimbe a fare una passeggiata e mi sono soffermata a guardare due fidanzati che passeggiavano mano nella mano e ogni tanto si fermavano per scambiarsi qualche bacio, ed ho pensato a come è cambiato l’amore tra me e mio marito dopo la nascita delle bimbe.

Come cambia l’amore con i figli

Da fidanzati al matrimonio

Quando eravamo fidanzati tutto era incentrato su di noi, non vedevamo l’ora di uscire per vederci e stare insieme, abbiamo fatto tantissimi viaggi che ci hanno rafforzato come coppia, che poi ci hanno fatto capire che era il momento di fare il grande passo.

Come cambia l'amore con i figli

Dopo il matrimonio c’è stato un nuovo cambiamento nella nostra vita, eravamo una “piccola” famiglia, era bello svegliarsi la mattina abbracciati e iniziare la giornata insieme, andare la sera a dormire mano nella mano scambiandoci racconti e chiacchiere della giornata, abbiamo volutamente aspettato qualche anno prima di avere figli, perché volevamo unirci ancora di più come coppia e abituarsi uno alle abitudini dell’altro.

(altro…)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

}