Leggendo il titolo molte di voi si staranno chiedendo cos’è questa cosa?!

Ve lo dico perchè anche io non ne avevo mai sentito parlare prima, e proprio per questo ho deciso di scrivere questo articolo sperando possa essere d’aiuto a tante future mamme a cui dovesse venir detto che il cordone ombelicale ha una sola arteria!

L’arteria unica ombelicale in gravidanza si riscontra nell’1-2% di tutti i feti.

Normalmente nel cordone ombelicale ci sono tre vasi, due arterie (dal feto verso la placenta) ed una vena (che porta il sangue placentare verso il feto). Nel caso dell’arteria ombelicale unica, nel funicolo ci sono solo due vasi (un’arteria ed una vena).

image

L’arteria ombelicale unica può associarsi a:

  • anomalie cromosomiche (trisomia 13, trisomia 18), ma solo se coesistono altre malformazioni
  • agenesia renale unilaterale
  • ritardo di crescita (15% dei casi)
  • nessun problema

In caso di arteria ombelicale unica, in assenza di altre anomalie non si modifica il rischio di sindrome di Down e pertanto non è indicata l’esecuzione del cariotipo.

E’ consigliabile monitorare la crescita fetale con controlli seriati.

La nostra esperienza

Durante la gravidanza di Beatrice, in occasione dell’ecografia morfologica nel mese di Settembre, ci è stato comunicato che il cordone ombelicale aveva una sola arteria, non ne avevamo mai sentito parlare, nonostante questa fosse la seconda gravidanza, la dottoressa ci ha spiegato che rientrava tra i soft markers, che associato ad altri soft markers avrebbe potuto significare un alterazione cromosomica.

Immaginate quando abbiamo sentito così i pensieri negativi che hanno affollato la nostra mente in pochi secondi, l’ecografista ha provato a tranquillizzarci dicendo che aveva controllato tutti gli altri organi dove avrebbe potuto trovare altri marcatori (cervello, reni e cuore) ma erano tutti perfetti, ma ormai ero entrata in modalità preoccupata che forse non ci ho dato molto peso!

In ospedale ci hanno fatto accomodare un una sala per spiegarci meglio di cosa si trattava e che questo marcatore preso singolarmente avrebbe potuto portare solo ad una minor crescita del feto, pertanto ci hanno consigliato di tornare per valutare l’accrescimento 2 settimane dopo.

 Ovviamente usciti dall’ospedale non contenta della spiegazione del medico, ci siamo recati subito dal mio ginecologo, un medico e una persona di una tranquillità e umanità unica nonchè con grandi doti di spiegare, a noi comuni mortali, con semplicità termini medici complessi; così anche lui ci ha tranquillizzati e vedendoci preoccupati ci ha consigliato di fare un ecocardio fetale, che abbiamo fatto praticamente subito e che ci ha confermato che la nostra piccola stava bene!

I giorni seguenti ho fatto parecchie ricerche sul web, alla ricerca di qualche notizia in più e sopratutto qualche esperienza positiva e, contro ogni previsione, ne ho trovate tantissime che mi hanno tranquillizzata perchè tutte le esperienze simili confermavano che i bimbi erano nati sani!

Abbiamo tirato un sospiro di sollievo e dopo 2 settimane ci siamo recati dinuovo in ospedale per la valutazione della crescita, fortunatamente la nostra piccola era cresciuta bene e il medico ha ricontrollato tutti i parametri.

Non vi nego che la preoccupazione è stata tanta, i primi giorni ho pianto tanto, ma poi col passare del tempo e con le conferme ad ogni ecografia che la piccola stava e cresceva bene, mi sono goduta gli ultimi mesi di gravidanza abbastanza tranquilli, grazie anche alla nostra Giorgia che ci ha tenuti tutti super impegnati!

Purtroppo al primo monitoraggio fetale, la piccola dormiva sempre, anche se stimolata in diversi modi, così dopo vari controlli tutti uguali, anche due volte al giorno, che ci hanno nuovamente preoccupato e non poco, mi hanno ricoverata per tenere sotto controllo la situazione.

Sono entrata in uno stato d’animo di panico, che non smettevo  di piangere quando la sera veniva a trovarmi mio marito da solo, pensavamo che questa cosa c’entrasse con l’arteria unica ombelicale e ci fosse qualcosa che non andasse che non avevano riscontrato prima.

Beatrice è nata a 39+1 settimane dopo induzione del parto, pesava 3100kg e stava benissimo!!!!

La nostra gioia é stata indescrivibile, finalmente dopo tanta preoccupazione era tra le nostra braccia e stava bene!

Vederla ogni giorno che cresce e fa 1000 progressi mi riempie il cuore di gioia!!!

A tutte le future mamme a cui dovesse essere riscontrata l’arteria unica ombelicale, mi sento di consigliare di non farvi subito spaventare dalla parola “soft markers o marcatore” e di effettuare tutti gli esami diagnostici del caso per escludere la presenza di altri marcatori e stare tranquille, per quanto si possa stare tranquille in gravidanza!

12 commenti il Arteria unica ombelicale in gravidanza

  1. Ciao anche a me mi hanno detto che a la mia bimba li manca artera destra e devo fare un altra ecografia di secondo livello. Fino adesso mi a detto che tutto ok. Ma non si sa dopo 7 mese Se riesce a ccrescere .la mia dottoressa mi ha detto che di solito si fa cezario

    • Ciao guarda anche noi abbiamo controllato sempre la crescita ma la mia piccola è cresciuta bene ed è nata con parto naturale a 39 settimane.

      • ciao anche a me mi hanno manifestato un arterie unica e mi hanno detto ke si puo partorire tranquilla mente con un parto naturale a dire la verita ho un po paura ad avere un parto naturale anke se con il mio primo figlio lo fatto x fortuna il mio piccolo ora cresce normalmente ansi si porta un po piu grande di pochi giorni ora sono entrata nel 7timo mese e spero ke andra tutto x il meglio com grazie x i vostri consigli

  2. Io ho fatto morfologica il 23 giugno e devo dire che dopo avermo detto tutto bene alla fine mi ha detto che arteria ombelicale unica..lei mi ha assicurato tutto bene..ma io sono enrrata in un sconforto…presto farò una vosita ginecologoca da altro dottore…premetto che io ho fatto villocentesi ed era risultata negativa…nn so ho mille dubbi. Vorrei fare ecografia tutti i gg….

    • Marianna ti capisco perfettamente, ma se hai fatto la villocentesi ed era tutto ok, vedrai che sarà cosi.
      Io non avevo fatto alcun accertamento più dettagliato se non dopo un ecocardio fetale.

  3. Sono alla 19esima settimana e la dottoressa ha riscontrato un aou. Mi ha subito rassicurata ma i pensieri sono stati subito negativi. Ha controllato il cuore , cervello e vescica e x ora sembra andare tutto bene. Tra due settimane avrò la morfologica e poi l’eco cardio fetale dove spero si faccia maggiore chiarezza, anche xke il mio primo figlio è nato con una cardiopatia congenita e a 1 mese e mezzo ha subito un intervento a cuore aperto. Speriamo di non dover passare un altro calvario. Sono anche in attesa di avere il risultato definitivo dell’aminocentesi che, da un esame preliminare, pareva andare tutto bene…

    • Ciao Cinzia, posso immaginare come ti senti in questo periodo, specie se già per il primo figlio hai avuto dei problemi e un’operazione così importante a solo 1 mese di vita.
      In questi casi non si sta mai tranquille fino a che non vediamo i nostri bambini, però possiamo fidarci dei medici e degli esami che ci fanno fare per verificare che sia tutto ok.
      Pensa a me prima della morfologica hanno detto che era tutto ok, durante la morfologica è emerso questo problema, e dopo ho fatto ecordio fetale…Un grosso abbraccio e tienimi aggiornata

  4. Ciao Io sono alla 20 settimana di gravidanza e mi hanno detto che ho un arteria ombelicale unica singola destra ho fatto l’ecografia era tutto alla Norma sono troppo in ansia non ho fatto l’amniocentesi quando ha fatto l’ecografia mi hanno detto di stare tranquilla il feto sta bene non so cosa fare ho paura

    • Ciao, posso capire la tua ansia e le tue paure. Ti hanno consigliato di fare altri accertamenti, tipo ecocardio fetale?
      Cmq quando fanno eco in questi casi verificano bene gli altri organi che potrebbero avere problemi come reni, cervello, cuore.

  5. Mamma che gioia ti ringrazio per il tuo articolo che dà speranza. Sono una mamma di quelle non giovanissime (41 anni) con già due ragazzini di 11 e 14 anni. Da tempo rincorriamo il desiderio di questo cucciolo ma purtroppo ho avuto cinque aborti di cui due nel secondo trimestre (13 e 14 settimane). Sono approdata all’eco di secondo livello dopo che la mia ginecologa privata (pagata fior e fior di soldi) si é “dimenticata” di proporre il bitest ma mi aveva promesso eco di secondo livello e proposto i suoi esami a 850 euro. Dopo un mese di telefonate e attese inutili, mi sono rivolta ad una dottoressa dell’ospedale che gestisce le gravidanze a rischio e ieri a 18 settimane pufff: lo schiaffone! La mia cucciolotta ha ricevuto in dono da me un sistema di nutrimento e filtraggio difettoso: AUO. La dottoressa (abilissima ecografista), mi ha rassicurata dicendomi che nulla cambia da prima e che quello che aveva deciso per me rimane tale: preferisce che faccia DNA fetale anche senza presenza di altri marcatori e con un accrescimento buono oltre a controlli serrati. Hanno controllato in maniera minuziosa i flussi ombelicali, placentali e cardiaci oltre che morfologicamente e ha detto che tutto procede normalmente. Cosa mi spaventa? Oltre alla possibilità di malformazioni ed eventuali problemi di accrescimento che valuteranno dopo la nascita, sicuramente l’aumento ancora una volta di possibile aborto…penso che questa volta il mio cuore non lo reggerebbe. Tutto questo ovviamente l’ho scoperto da “Mago Google” e nulla di queste informazioni negaste mi sono state date dalla dottoressa e da mia cugina ostetrica. Al momento continuo la vita di prima tra famiglia e lavoro. Mi sono documentata sui test fetali (e che mercato delle vacche c’è dietro…vergognoso!), ho consultato via mail la mia genetista e faccio scorrere i giorni fino alla morfologica che farò a 20 settimane. Che dire, da “Mamma che gioia” a maiunagioia e tranquillità, il passo é breve. Ma a noi le strade dritte non sono mai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.