Sono passate 3 settimane e posso gridare a gran voce “Addio ciuccio”!!!

Vi racconto com’è andata perché sia io che mio marito immaginavamo tutt’altra reazione da parte di Giorgia, e invece con immenso piacere ci ha sorpresi.

Mi ero programmata di toglierle il ciuccio in occasione della vacanze estiva al mare, dicendole che li avevamo dimenticati a casa, perché non mi sembrava pronta, lo chiedeva spessissimo durante la giornata e la sera, specie quado mi vedeva arrivare dall’ufficio, e perchè pensavo che avremmo passato notti in bianco e preferivo durante le vacanze che si è più tranquilli e rilassati.

La nostra esperienza

È successo tutto per caso, il primo sabato di gennaio eravamo ad un centro commerciale con i cuginetti e più le toglievo il ciuccio più lei lo chiedeva, tardo pomeriggio ha iniziato a piovere e nella fretta di metterle in macchina per non farle bagnare mi sono accorta che non aveva il ciuccio in bocca, ho cercato nella borsa ma non c’era, sono persino tornata nel camerino del negozio dove mi ricordavo di averla vista per l’ultima volta con il ciuccio ma niente di niente.

Addio ciuccio

Durate il tragitto in macchina me lo ha chiesto ma le ho risposto che lo aveva perso e non lo avevamo più e che un altra bimba più povera lo aveva preso perché non poteva comprarlo nuovo, poi si è addormentata sfinita per la stanchezza, con mio marito abbiamo deciso che quello era il momento buono per toglierlo, ci siamo preparati mentalmente a notti insonni e scenate isteriche.
Tornati a casa si è svegliata e li c’è stata la prima (e noi credevamo di una lunga serie) crisi di pianto disperato dove cercava il ciuccio; io con tutta la calma del mondo (che ho raccolto facendo trening autogeno) le ho rispiegato che lo avevamo perso e non lo avevamo più, è andata avanti così per mezz’ora poi si è calmata e l’abbiamo distratta.
Al momento della nanna credevo arrivasse un’altra crisi, e invece lo ha chiesto un paio di volte e poi toccandomi i capelli (lo fa da quando è piccolina) si è addormentata, io sono rimasta sorpresa della sua non reazione e la prima notte è andata così.
Il giorno dopo, la domenica mattina, in un momento di noia ha iniziato a chiedere il ciuccio insistentemente allora le ho detto di prepararsi che saremmo andati al Disney Store dove si sarebbe potuta scegliere un regalo da sola al posto del ciuccio.
Arrivate al negozio, cercavamo un peluche grande di topolino o Olaf ma non c’erano così ha preso un peluche gigante di Biancaneve, ma poi ha visto una confezione molto graziosa dove dentro c’era Biancaneve, il suo armadio, tre vestiti, tre paia di scarpette e un cerbiatto con uccellino, le ho chiesto più volte se fosse convinta del regalo così siamo andate alla cassa con lei superfelice!

Durante la giornata è capitato diverse volte che mi chiedesse il ciuccio e prontamente rispondevo che lo aveva perso e al posto del ciuccio ora aveva Biancaneve, e si tranquillizzava subito andando a prendere il nuovo gioco.

Addio ciuccio

Devo dire che ogni giorno va sempre meglio, dal chiederlo di giorno ogni volta si annoiasse, è passata a chiederlo solo prima di fare la nanna, ora non lo chiede più nemmeno per la nanna, solo la scorsa settimana che è stata male me lo ha chiesto un paio di volte dicendomi “mamma mi manca il ciuccio” io con una stretta al cuore ho cercato ogni volta di tranquillizzarla e focalizzare la sua attenzione su altro.

Dopo 3 settimana posso dire che, alla soglia dei 3 anni, abbiamo finalmente abbandonato il ciuccio, il motivo principale è che avevo notato un morso allargato tipico da ciuccio e volevamo rimediare prima che facesse danni peggiori.

A differenza di tanti consigli che si leggono sul web, non abbiamo inventato alcuna storia particolare ma abbiamo approfittato di un momento di allontanamento dal ciuccio e con grande sorpresa è andata meglio del previsto!

Il suggerimento che mi sento di dare è di togliere il ciuccio quando voi genitori siete convinti e pronti a gestire con la calma momenti di crisi di vostro figlio, anche se vi sembra che lui non lo sia, perchè i bambini sanno sorprenderci.

E voi in che modo avete tolto il ciuccio o pensate di farlo?

(Fonte foto: www.mammattente.it – www.iotifopervoi.it)

Bio

Bis mamma di due bimbe di 22 mesi di differenza, con la passione per la cucina e i viaggi formato famiglia

3 Comments on Addio ciuccio

    • Primo o poi ci si riesce, basta esserne convinti noi genitori e poi loro di conseguenza. Grazie vado subito a leggere!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *